AdriaFerries logo

La convenzione stipulata dalla nostra associazione con Adria Ferries è stata rinnovata per tutto il 2021.
La compagnia di navigazione offre un servizio di collegamento marittimo tra l’Italia e l’Albania: le navi della flotta effettuano giornalmente viaggi tra il porto di Durazzo e i porti italiani di Ancona e Bari.

vodca2

Un viaggio, un po’ sul demenziale anche questo per via delle strade, di 11 camper verso il Caucaso Settentrionale (o Grande Caucaso) e Meridionale (o Piccolo Caucaso) ha necessità di un “capo”: bisogna pensare ogni camper come un mondo chiuso, un’isola popolata da una fauna con abitudini ormai stagionate e idee sociali, politiche e religiose sedimentate; isole che s’incontrano e si confrontano al massimo la sera, quando la giornata, calda e faticosa, è finalmente trascorsa e si può fare circolo e (ecco spiegato il titolo!) bere un po’ della vodca avuta in omaggio a Gomi (Georgia).

roma2005 titolo

10 anni di vita associativa
L'alba di Roma ci accoglie avvolgente, con tenui rosa tra le ampie pennellate di azzurro. L'aria è frizzante e l'umidità della notte lascia il segno sui vetri del camper.
Con un dito pulisco le gocce di condensa e vedo che fuori iniziano i preparativi per un giorno memorabile.
Franco, coordinatore instancabile e attento, se pur con discrezione, è al telefono; attende istruzioni per lo spostamento. La frenesia prende un po' tutti: chi attacca un adesivo, chi gonfia un palloncino, chi si dà un ultimo ritocco ai capelli. Siamo pronti. Fra poco si parte!!!
 

balcani2009

Sono tredici i camper che Arance di Natale riunisce per un viaggio attraverso i Balcani Occidentali, fino alla poco conosciuta Albania. Per molti il motivo principale del viaggio è quello di conoscere l’Albania, nazione che da non molto tempo ha aperto i suoi confini e che è ancora ai primi passi come meta turistica. Ma l’interesse è rivolto anche ai Paesi dell’ex Jugoslavia che in tempi recenti hanno subito profonde e cruente trasformazioni.
La prima tappa in Serbia è il giro della Fruska Gora, verde zona collinare di frutteti e oliveti, dove tra il XV e XVIII secolo furono costruiti 35 monasteri, per proteggere dai turchi la religione e la cultura serba. Oggi ne rimangono ancora quindici.

roma2014 titolo

20 anni di vita associativa
Sono giusti cento i camper che raggiungono e si posano come bianchi albatros al Camping Village in Roma: un bel campeggio con nome all’inglese (d’obbligo ai giorni nostri), sulla via consolare Aurelia, immenso, organizzato, pulito, collinare, 4 stelle… se ricordo bene. Non è che tutti i camperisti frequentino campeggi a 4 stelle, anzi molti non frequentano proprio i campeggi. Dunque si plana dopo un lungo viaggio sulla capitale e si trova un’ottima sistemazione… quasi quasi ti passa la voglia di uscire per visitare la città… si sta bene qui! Dove vuoi andare? Mancano gli animali da cortile, ma ci sono gli alberi… per i “camperisti rurali”; c’è quasi tutto… è come essere a casa.

carnia2020

Adesso con il covid-19 avete finalmente capito quanto sia importante viaggiare! Non dico che si debba viaggiare solo in camper o solo in auto o a piedi, ma che viaggiare è necessario, doveroso, indispensabile, salutare.
Un giorno ho ripreso l’auto… per non morire di noia o di malinconia. Mia moglie ha detto: “Basta con i ristoranti! Basta fermarsi, domandare alla gente se ci sono in paese ristoranti aperti! Entrare per vedere se ci fanno qualcosa, se i tavolini sono liberi e distanziati, se il personale ha la mascherina ed è gentile, se la stanza è riscaldata!”. Mia moglie non aveva proprio torto: uscire dall’auto per entrare in un ristorante è come andare alla guerra! A questo punto siamo arrivati… altro che “progresso fantastico e infinito”! La scienza e il progresso salveranno il mondo? A me basterebbe che non lo rovinassero! Qualcuno, poi, dice che sarà piuttosto la bellezza a salvare il mondo! Ma! L’importante è che lo salvino al più presto… per i nostri figli e nipoti.

fiabe

...e credo non dimenticheremo facilmente: tante sono state le emozioni nel vedere i luoghi colpiti dalla guerra, i resti ancora visibili dei bombardamenti nelle case e palazzi, le bellezze naturalistiche e selvagge, i tanti monasteri, i mercati, i boschi, le vallate, i fiumi…
Anche le strade sterrate che richiedevano continua attenzione e bravura da parte dei nostri “autisti” e, dulcis in fundo, la piacevolissima compagnia dei membri degli equipaggi che hanno reso il viaggio ancora più piacevole e unico".
 

fiabe

C’era una volta …
Nella nostra infanzia, queste magiche parole annunciavano l’inizio di favole meravigliose che ci avrebbero fatto dolcemente scivolare nel sonno dopo aver ascoltato le vicende di personaggi come Cappuccetto Rosso, il Gatto con gli stivali, il furbo Pollicino, la timida Biancaneve e i suoi Sette Nani, i piccoli Hansel e Gretel imprigionati dalla strega cattiva, il Principe Ranocchio.
Era un mondo di coraggiosi principi che giungevano in sella a un cavallo bianco, specchi e animali parlanti, favolosi castelli, capanne sperdute in boschi intricati: un mondo in cui i buoni vincevano sempre (o quasi), e i cattivi ricevevano la giusta punizione per le loro malefatte.

kizhi

Carelia e oltre
Perchè fare un viaggio in Carelia? Per la cultura lappone originaria di questa terra, che si fonde con quella del popolo della Carelia e subisce ancora le influenze del passato sovietico. Per la natura, fatta di laghi e foreste infinite, che qui nei pressi del Circolo Polare Artico (oltrepassarlo è quasi un dovere morale per chi possiede un camper, un obiettivo da centrare almeno una volta nella vita), si accende per poche settimane, dopo aver trascorso mesi sotto la neve.
La Carelia si estende dalle coste del Mar Bianco fino al Golfo di Finlandia ed è una vasta regione quasi disabitata, piena di fascino ma ancora pressoché sconosciuta. Una terra di placida bellezza segnata dalla costante presenza dell’acqua, tra fiumi, acquitrini e laghi ora minuscoli ora immensi come l’Onega e il Ladoga.

  • Ceresa  Bonometti   CEC CampeOnLine  NewCamp   CamperLife
     Turismo itinerante  UCA  VendesiCamper  Vacanzelandia  Taccuino di viaggio Turismo all'aria aperta 

ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S.   Via Torrossa, 111/2 - 36043 Camisano Vicentino (VI)   Codice Fiscale 95095880241
Associazione di Promozione Sociale iscritta al n. PS/VI0208 del Registro Regionale del Veneto
Copyright © 2003-2020 - 
Tutti i diritti sono riservati.

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla templates by L.THEME

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione. Se accetti la loro memorizzazione migliori la tua esperienza.