ARANCE DI NATALE è un’iniziativa di solidarietà, nata nel 1995, organizzata e gestita da campeggiatori e da camper club sparsi in tutta Italia, basata sulla vendita di arance (nel periodo che precede il Natale) e di marmellata di arance (durante tutto l'anno).
I fondi raccolti sono destinati a finalità umanitarie in Italia ed all’estero, preventivamente individuate, con netta preferenza per realtà che riguardano i bambini, che purtroppo sono e saranno sempre le prime vittime dei mali che colpiscono l’umanità.
Le realtà cui devolvere gli aiuti sono sempre individuate sulla base di conoscenze personali e dirette, così da essere assolutamente certi che esistano effettivi stati di bisogno. Una volta individuata una possibile finalità, questa viene vagliata con apposite relazioni e, se necessario, con sopralluoghi.
Non inviamo soldi, ma acquistiamo noi i materiali che ci vengono richiesti: attrezzature sanitarie, medicinali, alimentari, vestiti, coperte e lenzuola, dentifrici e detersivi, giocattoli, penne e quaderni, eccetera.
Trasportiamo gli aiuti con i nostri camper e con l'ausilio di furgoni e camion, per consegnarli direttamente nelle mani degli interessati.
Certo siamo consapevoli di essere una goccia in un oceano, ma l'oceano è fatto di gocce!

Chisiamo1   Chisiamo2

Siamo nati così...

Lo spirito dell’iniziativa nasce qualche anno prima, esattamente nel 1990. Su una rivista del settore appare un trafiletto a nome di Ezio Grosso, allora medico dell’ospedale di Novara.
Al ritorno da un viaggio, attirato dalla curiosità verso i paesi dell’Est che cominciano gradualmente ad aprire le loro frontiere, passa dalla Romania e conosce due colleghi dell’ospedale di Cluj Napoca, capitale della Transilvania. Si rende presto conto delle condizioni in cui vive la gente di quel Paese e pensa a come poterli aiutare. Così attraverso le pagine del giornale lancia la proposta di un viaggio umanitario e ci ritroviamo in oltre 60 camper, provenienti da tutta Italia isole comprese, a portare tutto quello che con un camper si può trasportare: alimentari, vestiti, libri quaderni, riviste, medicinali.
Negli anni seguenti un “Gruppo Transilvania” più ristretto continua avanti e indietro dalla Romania, ma va anche a conoscere altre realtà in Lituania e Ucraina.
Nell’estate del 1995 un gruppo di soci del Camping Club A.Palladio di Vicenza, nel corso di un viaggio in Sicilia, conosce alcuni produttori (una cooperativa) di Francofonte (Siracusa) che si dicono disponibili ad offrire un quantitativo di arance, 40 quintali per l’esattezza. Il presidente del Club, a conoscenza delle attività svolte, informandoci di questa disponibilità ci chiede come potremmo utilizzare queste arance per scopi benefici.
Vivendo a Camisano Vicentino, paese dove 52 domeniche all’anno si svolge un mercato che attira mediamente 20.000 visitatori, viene quasi spontaneo pensare ad improvvisarci, con un paio di amici, venditori ambulanti e allestire, come “Gruppo Campeggiatori Camisanesi”, un banchetto in piazza (l’ormai “mitico” gazebo bianco con attorno i camper) per vendere o meglio distribuire le arance in cambio di una offerta. Tra l’altro il Comune, già da qualche anno, promuove nel periodo natalizio la “Settimana di Solidarietà” nella quale ci inseriamo quindi con “Arance di Natale” che mantiene comunque completa autonomia sotto ogni aspetto, compreso quello della decisione sulla destinazione dei fondi raccolti.

E poi...

L’anno successivo gli amici della cooperativa ci mettono in contatto direttamente con il Comune di Francofonte, interessato a promuovere il “Tarocco Rosso di Francofonte”, che da allora e per parecchi anni ci ha fornito del tutto gratuitamente (trasporto compreso) un certo quantitativo di arance.
Galvanizzati dal successo dell’esperimento (40 quintali bruciati in poco tempo con un solo banchetto), cerchiamo di trasmettere il nostro entusiasmo ad altri amici e comincia così il coinvolgimento di altri gruppi.
La nostra carta vincente, oltre alla bontà delle arance, si rivela subito essere la possibilità di dimostrare alla gente che i soldi che ci offrono vengono spesi fino all’ultima lira anche con il trasporto a destinazione di tutti i materiali chiesti dalle varie finalità.
Le riviste di settore cominciano ad interessarsi a questa iniziativa, nuova per il mondo del tempo libero, che dimostra che il camper, e più in generale il plein air, non è solo divertimento, cultura e libertà, ma può diventare veicolo per promuovere qualcosa di diverso: la solidarietà.
Tramite la stampa ovviamente la notizia si sparge a macchia d’olio ed i risultati testimoniano anno dopo anno la crescente partecipazione.

Nel 1999 si affaccia all’iniziativa il primo gruppo esterno rispetto al mondo del tempo libero: l’Associazione per la Pace, che sarà seguito da molti altri, perfino scuole.

A partire dal 2000 l’iniziativa è caratterizzata dal fatto che, in parte, i destinatari degli aiuti possono essere individuati dagli stessi gruppi che operano nelle piazze locali, i quali in tal modo sono resi partecipi del progetto dall’inizio alla fine.

In sostanza l’intera somma ricavata viene per il 50% destinata a situazioni individuate a livello centrale dal Coordinamento Iniziativa (successivamente sostituito dal Consiglio Direttivo) e per l’altro 50% devoluta a finalità individuate localmente da ciascun gruppo e quindi più vicine alle realtà di chi opera e, soprattutto, di chi acquista le arance.

A settembre 2001 è partita una nuova iniziativa: la “Marmellata Arance di Natale” che facciamo produrre a Francofonte in modo artigianale e interamente a mano ed i cui unici ingredienti sono arance “Tarocco Rosso”, zucchero e succo di limone, senza coloranti e conservanti.

 Il 1° novembre 2007 nasce l'Associazione di Promozione Sociale denominata ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S.

JSN Force template designed by JoomlaShine.com
Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione. Se accetti la loro memorizzazione migliori la tua esperienza.
Info Accetto Rifiuto