triesteProseguono gli incontri in programma nel nostro calendario, che anche quest’anno è ricco di proposte interessanti. Questa volta ci spostiamo nella regione della Venezia Giulia, posta all'estremo nord-est della penisola e confinante con la Slovenia. Un territorio, il Carso, roccioso, calcareo, arido ma affascinante per le sue grotte e doline e storicamente noto per essere stato teatro di violente battaglie durante la Prima Guerra Mondiale. 

 

L’incontro, che si svolgerà dal 31 maggio al 2 giugno, propone visite mirate a specifici siti, nei quali avremo modo di ammirare qualcosa di inconsueto, che non si può vedere quotidianamente.
Compiremo tre passi nella storia umana: le Grotte di San Canziano, ripari in tempi preistorici, il più grande canyon sotterraneo conosciuto, un meraviglioso e unico spettacolo della natura; i bianchi cavalli di Lipizza, compagni di vita per millenni, il cui allevamento più antico d’Europa è ancora attivo in questa storica città fortemente legata agli Asburgo; i bunker di “Kleine Berlin”, ripari necessari in tempi recenti, un complesso di gallerie antiaeree costruite e utilizzate durante la Seconda Guerra Mondiale.
Ma il programma di questo incontro ci riserva un’altra sorpresa, che ci lascerà a bocca aperta: Trieste, città mitteleuropea per eccellenza, la cui eleganza traspare nei suoi palazzi che parlano con il linguaggio neoclassico, liberty, eclettico e barocco e convivono armoniosamente con vestigia romane, edifici del settecento e di stampo asburgico.

Siete curiosi di vedere con i vostri occhi tutte queste meraviglie? Iscrivetevi subito! 

 trieste titolo

Tre passi nella storia umana: le grotte, ripari in tempi preistorici; il cavallo, compagno di vita per millenni; i bunker, ripari necessari in tempi recenti.
Un incontro, quindi, in cui le visite saranno mirate a specifici siti che assecondano il gusto per l'inconsueto, per ciò che non si può vedere quotidianamente, che si spera riesca a solleticare la curiosità e l’interesse dei soci di Arance di Natale.

Le Grotte di San Canziano, Skocjanske jame in sloveno, entrate a far parte già dal 1986 del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, sono il più grande canyon sotterraneo conosciuto. Nell’area delle grotte si è sviluppato un ecosistema eccezionale in cui hanno trovato vita specie vegetali alpine e mediterranee, specie animali endemiche, e furono abitate dal genere umano fin dal mesolitico. Ma senza scendere in tecnicismi e storicismi … sono un vero spettacolo della natura!

Dalla preistoria facciamo un balzo in avanti fino agli anni quaranta del secolo scorso, durante la Seconda Guerra Mondiale quando, subito dopo aver istituito la zona d’operazioni del Litorale adriatico, i tedeschi iniziarono a realizzare numerose opere di difesa. Tuttavia la costruzione delle gallerie che visiteremo non era prioritaria perché, al suono delle sirene d’allarme, i tedeschi si riparavano assieme ai civili italiani nella galleria “comunale”. Solo dopo il bombardamento del 10 giugno 1944 quest’opera difensiva divenne fondamentale. Di tutto questo ci parleranno le guide del Club Alpinistico Triestino-Gruppo Grotte, che ci accompagneranno attraverso il complesso di gallerie antiaeree che oggi prende il nome di “Kleine Berlin”.

Con un passo indietro andiamo all’anno 1580, inizio della favola di Lipizza, Lipica in sloveno, quando i verdi pascoli di questa tenuta diedero vita ad un vero e proprio racconto d’amore, orgoglio e bellezza. La storia narra dell’incredibile patrimonio dell’allevamento, dei bianchi cavalli Lipizzani e del loro stretto rapporto di fiducia con i loro cavalieri, il tutto raccontato dalle guide attraverso gli spazi e gli ambienti dell’allevamento, e poi rappresentato dallo spettacolo della Scuola d’Equitazione Classica di Lipizza, intitolato appunto "La favola di Lipizza". Un luogo dove da 439 anni il protagonista di questa favola è il cavallo, che da scuro e delicato puledrino diventerà poi il bianco e possente cavallo Lipizzano.

A tutto questo si aggiunge una passeggiata nella città più cosmopolita d’Italia, Trieste. Qui si respira il glorioso passato asburgico che ne fece “la piccola Vienna sul mare” e negli incroci di lingue, popoli e religioni che ancora la caratterizzano, s’intuisce con facilità la sua anima insieme mitteleuropea e mediterranea. Cuore della città è la più bella e la più simbolica delle sue piazze, oggi dedicata all’Unità d’Italia. I palazzi che vi si affacciano sono una sintesi perfetta della sua storia. Il lato più spettacolare della piazza è, però quello rivolto al mare, su cui si allunga per oltre duecento metri il Molo Audace. Da qui, lo sguardo va oltre Piazza Unità e si apre su palazzi monumentali, sulla chiesa greco-ortodossa di San Nicolò, sul Canal Grande, centro di quello che fu il borgo voluto da Maria Teresa d’Austria e che, con le sue chiese, testimonia la felice convivenza di religioni diverse. In lontananza, s’intuisce il bianco profilo di Miramare, il romantico castello di Massimiliano e Carlotta d'Asburgo.

 

    PROGRAMMA    
(scarica il programma)

Il programma dettagliato sarà disponibile in un secondo tempo

Venerdì 31 maggio
 
Dalle ore 16.00 Accoglienza, registrazione e sistemazione degli equipaggi.
Sabato 1 giugno  
Mattina Visita guidata di Trieste.
Pomeriggio Visita guidata al complesso di gallerie antiaeree “Kleine Berlin”.
Al termine della visita Trasferimento con i camper in campeggio (circa 8 km).
Cena libera, eventualmente al ristorante del campeggio a prezzo concordato.
Domenica 2 giugno  
Mattina Trasferimento con i camper alle Grotte di San Canziano (circa 25 km).
Visita guidata alle grotte.
Pomeriggio Spostamento con i camper a Lipizza (circa 13 km).
Spettacolo equestre “La Favola di Lipizza” e visita guidata all’allevamento.

Prossimo appuntamento a Tre Cime di Lavaredo (BL-BZ) dal 28 al 30 giugno

 
    NOTE ORGANIZZATIVE    

Incontro aperto a tutti, a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria.
Numero minimo/massimo 60/80 persone, comunque massimo 40 camper.
Il sistema accetterà la registrazione di ulteriori 10 persone, oltre il numero massimo previsto di 80, esclusivamente per formare un’eventuale lista d’attesa da utilizzare in caso di rinunce, e invierà anche in questo caso un e-mail di conferma dell'avvenuta iscrizione all'incontro, che non costituisce in ogni caso conferma di partecipazione. La partecipazione potrà eventualmente essere confermata solo in un secondo momento.
Le registrazioni on line saranno aperte dalle ore 08.00 del giorno 04 maggio 2019.
Termine ultimo per le iscrizioni il 26 maggio 2019 e, comunque, fino a esaurimento dei posti disponibili.
E' obbligatorio avere il C.B. a bordo (utilizzeremo il canale 11), perfettamente funzionante. Gli equipaggi sprovvisti di C.B. o con apparati mal funzionanti non saranno ammessi all’incontro.
Per iscriversi all’incontro cliccare qui. Al termine della registrazione il sistema invierà un e-mail di conferma dell'avvenuta iscrizione.
Ricevuta la conferma, sarà necessario perfezionare l'iscrizione con il versamento di una caparra (che non sarà restituita in caso di mancata partecipazione) di euro 20,00 a persona, tramite bonifico sul conto corrente presso Banca Carige S.p.A. filiale di Camisano Vicentino (VI) codice IBAN IT40O0617560231000000590380 - intestazione Arance di Natale Onlus - specificando la causale: incontro Trieste-San Canziano–Lipizza 2019. (ATTENZIONE: il quinto carattere del codice IBAN non è uno zero ma una o maiuscola).
Il bonifico dovrà essere tassativamente fatto entro 10 giorni dal ricevimento della conferma dell’avvenuta iscrizione. Il mancato versamento entro il termine stabilito comporterà la cancellazione definitiva, senza ulteriore avviso, della registrazione fatta.
Nel bonifico deve essere riportato il nominativo utilizzato in fase d’iscrizione all’incontro.
Non inviare copia del bonifico eseguito.
Ad ogni partecipante sarà consegnata una radioguida, per garantire a tutti delle visite appaganti e senza sovrapposizione di voci e rumori. La radioguida dovrà essere restituita al termine delle visite previste.
Gli auricolari da utilizzare con la radioguida sono riutilizzabili e personali e possono essere acquistati nel momento in cui viene consegnato in uso il ricevitore.

 
    COSTI    

1) Quota di partecipazione: euro 20,00 per equipaggio, interamente destinati alle finalità 2019/2020 dell’associazione. La quota comprende: o tre barattoli di marmellata o un cappellino o una maglietta (specificare la taglia nella scheda iscrizione) a scelta.
In alternativa, con un contributo di 5 euro, è possibile acquistare l’ombrello di Arance di Natale (quantità disponibile per questo raduno 10 pezzi).

2) Costo dell'incontro: euro 14,00 a camper + euro 60,00 a persona. L’importo comprende: due notti in campeggio, visita guidata gallerie, servizio pullman a/r campeggio/Trieste, visita guidata Trieste, visita guidata grotte, visita guidata e spettacolo Lipizza, utilizzo radioguide.
L'importo non comprende tutto quello che non è esplicitamente indicato. A titolo indicativo ma non esaustivo: costi carburante, pedaggi stradali/autostradali, allaccio corrente elettrica in campeggio, cena presso ristorante campeggio.

3) Gli importi indicati ai punti 1) e 2), detratti i 20,00 euro a persona di caparra, dovranno essere versati al momento dell'arrivo alla sede del raduno.

 
    CONTATTI    

Per ulteriori informazioni contattare:
- Franco Zocca Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0444611184 cell. 3483138013;
- Arance di Natale O.n.l.u.s. e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3934478391.

 
    NOTA BENE    

Il programma dell'incontro è da considerarsi liberamente accettato e sottoscritto al momento della registrazione on line e/o del versamento della caparra/quota di partecipazione e non è minimamente suscettibile di modifiche da parte dei partecipanti.
L’associazione non si assume alcuna responsabilità per contrattempi, imprevisti, ritardi, variazioni di orari e/o date, insufficiente o mancata prestazione di servizi da parte di persone, collaboratori e agenzie esterne non direttamente dipendenti dall'organizzazione tecnica e logistica dell'incontro.
L'accettazione del programma da parte del capo equipaggio, per sé e per tutti i componenti del suo equipaggio, esonera espressamente l'organizzatore e l’associazione da ogni responsabilità in caso di incidenti, danni e furti che si dovessero eventualmente verificare durante lo svolgimento del raduno.

28.04.2019