georgia

A che cosa hanno diritto tutti i "camperisti"? Hanno diritto alle cose a cui hanno diritto tutti gli automobilisti: ad autostrade sicure, bene asfaltate, senza buchi, diritte, dove poter inserire la quinta marcia -ma ora mi dicono che alcuni hanno anche la sesta!- servite da distributori con prezzi competitivi. Hanno diritto a parcheggi comodi, possibilmente vicino ai centri storici, e soprattutto gratuiti - lo sanno tutti com'è difficile al giorno d'oggi trovare un parcheggio, e, quando lo trovi, guarda caso! è a pagamento... per cui devi cercare il parchimetro, sempre dall'altra parte della strada, vedere quanto costa, provare a capire le istruzioni in croato o in tedesco, calcolare quante ore ti servono per la visita, calcolo per nulla facile perché la località ti è nuova, e cercare le monete che non hai proprio... e i negozi attorno sono momentaneamente chiusi. Può succedere poi che, all'ultimo momento, qualche buon uomo ti fa presente che quel giorno il parcheggio è gratis!

       Dicevamo che tutti i camperisti hanno i sopraddetti diritti onde godere di un viaggio riposante: anche loro sono in vacanza, che non è solo un diritto, ma una necessità dopo un anno di lavoro e di sacrifici! A costoro consiglio, del tutto disinteressatamente, la Francia o la Germania, perché -mi pare- in Italia parcheggi comodi e gratuiti non esistono più: tutte le amministrazioni comunali, sia dei piccoli comuni come delle città, si aspettano di strappare ai nababbi camperisti qualche vantaggio!

       A che cosa hanno diritto i camperisti che sognano mete lontane e inconsuete, i "camperisti-esploratori" che progettano viaggi un po' sul "demenziale"? Quando uso il termine "demenziale" lo faccio benevolmente, simpaticamente, anche un poco con invidia... pensando ai tempi in cui ero più giovane e più ardito, mentre oggi batto la fiacca! Anche i "camperisti-esploratori" -dicevo- disposti a tutto, a sopportare strade disagiate con rari distributori, per cui non devono mai viaggiare in riserva, attendendo con trepidazione un distributore, hanno diritto di trovare un'officina adatta alle loro eventuali necessità con personale esperto non solo per riparare il motore, ma anche la pompa dell'acqua o il frigorifero - dove vai se hai fatto installare il doppio serbatoio d'acqua, ma la pompa non funziona! Se hai un frigo capiente, ma non raffredda!- Anche a loro auguro di trovare zampillanti fontane d'acqua fresca e, la sera, dopo ore e ore di guida, un parcheggio sicuro e illuminato, dove passare una notte senza brutte sorprese... che non mancano mai in giro per il mondo.

       Ma che cosa auguro ai "camperisti di Arance di Natale", che d'estate si mettono in istrada? A loro, "camperisti originali", differenti da tutti gli altri, intenzionati non solo a compiere un lungo viaggio, ma anche a "portare solidarietà", auguro in tempi così perigliosi di non spegnere il motore... pensando con timore di dover attraversare la Turchia, una volta la nazione più bella e ospitale del Mediterraneo; temendo che perfino la provinciale e tranquilla Tunisia non è più quella di una volta... Cari "camperisti", pensate allora di andare in Spagna per l'ennesima volta o sulla Costa Azzurra a guardare il mare... e le bagnanti? Di battere le solite strade europee? Di andare a soffrire il caldo in Ungheria? O, per caso, avete paura del costo del traghetto da Burgas a Poti o a Batumi? Non ci credo!

       Allora ai "camperisti di Arance di Natale" suggerisco come meta l'Ospedale di Ashotsk, sugli altipiani della cara Armenia, dove padre Cuccarollo e i poveri ammalati privi di tutto ci attendono. Quest'anno la Gerusalemme dei "camperisti di Arance di Natale" sarà Ashotsk e magari Baki (familiarmente parlando!)... senza paura... senza pentimenti... al ritorno diremo: "Anche questa volta ci siamo stati! Anzi abbiamo aggiunto alle nostre mete l'Azerbaijgian, dove non c'è quasi nulla da vedere... ma che ci mancava! Dopo la Siberia e la Mongolia può forse farci paura l'Azerbaijgian?".

B.G.

 

JSN Force template designed by JoomlaShine.com