sansepolcro2

Cercheremo le tracce del passaggio di uno dei più grandi pittori italiani del Quattrocento partendo da dove nacque, Borgo San Sepolcro, e sviluppando un itinerario che toccherà in successione Arezzo, Monterchi e Anghiari.

 

  sansepolcro titolo

 

Piero della Francesca nacque a Borgo Sansepolcro nel 1415-20. Si formò a Firenze insieme a Domenico Veneziano, con il quale collaborò per gli affreschi perduti del coro di S. Egidio a Firenze. Le prime opere, collocabili anteriormente al 1450, ci mostrano il personale carattere dell'artista: struttura prospettica rigorosissima, perfezione dei volumi geometrici, rappresentazione di figure grandiose immerse in un'atmosfera dalla luminosità diffusa, sottile quasi astratta, che mantiene i personaggi come sospesi nel tempo.

Nel 1442 Piero ritorna a Borgo Sansepolcro, dove fu candidato alle elezioni per la carica di consigliere popolare. Qui, la confraternita della Misericordia gli commissionò un polittico che doveva essere consegnato entro tre anni, in realtà il pittore ne impiega quindici. Il Polittico della Misericordia è composto di ventitré scomparti alcuni dei quali, come la predella, sono dipinti da aiutanti del pittore. Il senso del volume, la plasticità dei corpi, ci mostrano l'influenza donatelliana, mentre la pala posta a coronamento del polittico è di chiara ascendenza masaccesca. Contemporaneamente ai primi pannelli di questo polittico Piero eseguì il Battesimo di Cristo, che oggi si trova a Londra alla National Gallery. In questo dipinto la trasparenza dell'atmosfera, la chiara luminosità del paesaggio, rievocano le opere di Domenico Veneziano e del Beato Angelico. La prospettiva rigorosa, il cui perno centrale è costituito dalla figura del Cristo, conferisce all'opera un certo equilibrio e quell'armonia che è tipica delle opere pierfrancescane.

Intorno al 1451 il pittore si recò a Rimini dove lavorò nel Tempio Malatestiano all'affresco votivo col ritratto di Sigismondo Pandolfo Malatesta. Nel 1452, alla morte di Bicci di Lorenzo, Piero fu chiamato dalla famiglia Bacci per proseguire la decorazione ad affresco del coro di S. Francesco ad Arezzo, rappresentante la Leggenda della Vera Croce. Le scene sono rappresentate su tre registri, le monumentali figure rappresentate appaiono come statue costituite da forme geometriche sulle quali i panneggi formano giochi raffinati, mentre i volti non tradiscono emozioni particolari. Si vedano i dipinti rappresentanti l'Adorazione del Sacro Legno e l'Incontro di Salomone con la Regina di Saba. Nel brano che rappresenta la Battaglia di Eraclio e Cosroe il maestro è affiancato da allievi, la composizione si fa più schematica; nel Sogno di Costantino, invece, il bagliore che accende la scena rivela l'eccezionale sensibilità luministica del maestro.

Tra le opere più importanti del pittore c'è la tavoletta rappresentante la Flagellazione, eseguita negli anni tra il 1455 e il 1460 a Urbino. La composizione è divisa in due scene mediante una colonna: al centro del gruppo di personaggi sulla destra figura Oddantonio da Montefeltro, fratellastro di Federico, che fu assassinato durante una congiura, mentre la scena sulla sinistra, rappresentante la Flagellazione, potrebbe essere un'allusione al martirio subito dal giovane principe.

Sempre dello stesso periodo è la tavola che fa da cuspide al polittico di Sant'Antonio delle Monache di Perugia, rappresentante l'Annunciazione. In questi anni s’intensificarono i rapporti con la corte dei Montefeltro per i quali eseguì il Ritratto di Battista Sforza e Federico da Montefeltro. Tra le ultime opere ricordiamo la Madonna di Senigallia del 1470 e la Sacra conversazione di Brera del 1472-74.

Una malattia agli occhi costrinse il maestro a ritirarsi dalla sua attività e ad applicarsi negli studi della prospettiva che lo portarono a scrivere il De prospectiva pingendi nel quale insegna ai pittori e segreti della prospettiva e il libretto De quinque corporibus regularibus. Morì il 12 ottobre del 1492.

L’itinerario nella terra di Piero lo faremo partendo da Arezzo. Nel giro della città non potrà mancare la visita alla Basilica di San Francesco, che ospita nella cappella Bacci il ciclo affrescato della Leggenda della Vera Croce, il capolavoro che l’artista eseguì per i francescani tra il 1452 e il 1466 circa. Infine, nella Cattedrale, è collocato l’affresco raffigurante la Maddalena.
Si prosegue poi con la visita dirigendoci a Monterchi, paese noto in modo particolare per la Madonna del Parto, il celebre affresco di Piero della Francesca dipinto tra il 1455 e il 1465 in onore di sua madre, Romana di Perino da Monterchi, originaria del posto. L'affresco, destinato in origine alla Cappella di Santa Maria di Momentana, è conservato attualmente nel Museo della Madonna del Parto di Piero della Francesca.
Partiremo il giorno dopo con molta calma per Anghiari, uno dei borghi più belli d’Italia, che domina quella piana che fu teatro nel 1440 della decisiva battaglia tra le armate fiorentine e quelle milanesi del Piccinino, che consolidò il potere mediceo in Toscana. La “Battaglia di Anghiari” fu il soggetto della celebre pittura murale, realizzata con la tecnica dell’encausto, incompiuta e purtroppo perduta, che Leonardo dipinse nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio a Firenze, i cui cartoni furono materia di studio per una generazione di artisti successivi. Gli edifici religiosi della cittadina conservano opere di Andrea della Robbia e bottega.
Concludiamo il nostro programma a Sansepolcro, città natale di Piero della Francesca. Si trova vicino al confine con l’Umbria e conserva l’aspetto di un borgo medioevale, con bellissimi edifici anche rinascimentali e barocchi, in un centro storico cinto da mura risalenti al secolo XIII e potenziate dai Medici nel secolo XVI. Fu anche luogo d’origine di altri artisti di rilievo, come Giovanni, Raffellino del Colle, Santi di Tito, ed è possibile ammirare le loro opere negli edifici religiosi della città e all’interno del Museo Civico, del quale si consiglia la visita, che ospita anche la “Resurrezione”, il Polittico della Misericordia e il “San Giuliano” di Piero.

Per approfondire clicca qui

 
    PROGRAMMA    
(scarica il programma)
Giovedì 7 Aprile
Dalle ore 14.00 Accoglienza, registrazione e sistemazione degli equipaggi presso l’area di sosta camper riservata a Sansepolcro (Arezzo) in Via Alessandro Volta (GPS N 43.569565 E 12.137702).
Ore 19.00 Drink di benvenuto nell’Aula Consiliare messa a disposizione dal Sindaco Prof.ssa Daniela Frullani e, se gli impegni lo consentiranno, le istituzioni saranno liete di darci il benvenuto nella loro città.
Ore 20.30 Riunione preparatoria per coloro che parteciperanno al viaggio previsto in Ungheria dal 24 aprile, presso l’Aula Consiliare.
Venerdì 8 Aprile
Ore 09.00 Incontro con la guida presso l’area di sosta e partenza  alla volta di Arezzo, prima tappa del nostro tour dedicato a Piero Della Francesca.
Ore 13.00 Sosta pranzo libero, proseguiamo con la visita di Arezzo, poi con i nostri camper dirigiamo alla volta di Monterchi.
Terminata la visita rientriamo all’area sosta di Sansepolcro, cena e, per i più forti, passeggiatina serale. Poi tutti a nanna.
Sabato 9 Aprile
Ore 09.00 Incontro con la guida nel parcheggio camper e partenza per Anghiari.
Ore 13.00 Sosta e pranzo libero.
Ore 14.30 circa Ritorno con i camper a Sansepolcro per concludere il nostro programma di visita.
Ore 20.30 Tutti alla cena comunitaria.
Domenica 10 Aprile
Ore 09.30 Partenza da Sansepolcro per l’area sosta camper riservata di Città di Castello (circa 18 km). Sarà una giornata libera per una passeggiata, ultimi acquisti e poi tutti a casa. Avremo modo di visitare Piazza Gabriotti, sulla quale si affacciano la Cattedrale dei Santi Florido e Amanzio, il trecentesco Palazzo del Podestà e la Torre del Vescovo. La pinacoteca Comunale è il secondo museo della regione per importanza e ricchezza delle collezioni. All’interno del Palazzo Vitelli alla Cannoniera (biglietto d'ingresso intero € 6,00 ridotto € 4,00, non compreso nei costi) sono ospitate opere di Raffaello, Signorelli e vari artisti locali.
 Ore 13.00 Pranzo libero, poi saluti e abbracci e tutti a casa.

Prossimo appuntamento a Venezia dal 22 al 25 Aprile

    NOTE ORGANIZZATIVE    

Incontro aperto a tutti, a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria. Le registrazioni on line saranno aperte dal giorno 05/03/2016.
Numero minimo di 25 camper, numero massimo di 50 camper.
Il sistema di registrazione accetterà l’iscrizione di ulteriori 10 camper per formare un’eventuale lista d’attesa.
Termine ultimo per le iscrizioni il 31 Marzo 2016 e, comunque, fino a esaurimento dei posti disponibili.
E' obbligatorio avere il C.B. a bordo (utilizzeremo il canale 11), perfettamente funzionante, perché gli spostamenti avverano in camper ottimizzando il numero di passeggeri per ciascun mezzo. Gli equipaggi sprovvisti di C.B. non saranno ammessi al raduno.
Per iscriversi all’incontro cliccare qui. In seguito sarà inviata una conferma dell'avvenuta iscrizione alla manifestazione.
Ricevuta la nostra conferma, sarà necessario perfezionare l'iscrizione con il versamento di una caparra di euro 40,00 a persona (che non potrà essere restituita in caso di mancata partecipazione), tramite bonifico sul conto corrente presso Banca Carige Italia S.p.A. filiale di Camisano Vicentino (VI) codice IBAN IT97C0343160230000000590380 - intestazione Arance di Natale Onlus - specificando la causale: incontro Sansepolcro 2016.

 
    COSTI    

1) Quota di partecipazione: euro 20,00 per equipaggio, interamente destinati alle finalità 2015/2016 dell’associazione. La quota comprende: o tre barattoli di marmellata o un cappellino o una maglietta (specificare la taglia nella scheda iscrizione), a scelta.
2) Costo dell'incontro: euro 58,00 a persona. L'importo comprende: guida per due giorni, biglietti d’ingresso per Basilica di San Francesco ad Arezzo, Madonna del Parto a Monterchi e Museo Civico Sansepolcro, drink di benvenuto, cena toscana con antiche ricette all’Osteria dei Poeti condotta dal mitico chef Cesare Sermoneta con prodotti locali a km zero.
L'importo non comprende tutto quello che non è esplicitamente indicato (a titolo indicativo ma non esaustivo: siti archeologici indicati dalla guida durante le visite e non previsti dal programma, parcheggi).
Gli importi sopra indicati, detratti i 40,00 euro a persona di caparra, dovranno essere versati al momento dell'arrivo alla sede del raduno.
Menu della cena:
tagliere toscano (affettati vari stagionati toscani dop, pecorino toscano, crostini toscani, zeppole fritte con salsina senese e parmigiano;
fettuccine fatte in casa con funghi porcini locali, rigatoni alla borghese (piatto tipico di Sansepolcro a base di guanciale, cipolla rossa e pecorino stagionato);
arista di maialino al forno alle erbe locali e pomodorini;
patate al forno al profumo di tartufo e insalatina;
dessert a discrezione della pasticcera signora Patrizia (secondo quanto offre la stagione);
vino rosso Montalcino, acqua, caffè e digestivo.

 
    CONTATTI    

Per ulteriori informazioni contattare:
- Maurizio Barlocco e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3386169284 (pianificazione percorso culturale);
- Gianni Stellato e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3357195571 (logistica);
- Arance di Natale O.n.l.u.s. e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3934478391.

 
    NOTA BENE    

Il programma dell'incontro è da considerarsi liberamente accettato e sottoscritto al momento dell'invio della scheda di iscrizione e/o del versamento della quota di partecipazione e non è minimamente suscettibile di modifiche da parte dei partecipanti.
L’associazione non si assume alcuna responsabilità per contrattempi, imprevisti, ritardi, variazioni di orari e/o date, insufficiente o mancata prestazione di servizi da parte di persone, collaboratori e agenzie esterne non direttamente dipendenti dall'organizzazione tecnica e logistica dell'incontro.
L'accettazione del programma da parte del capo equipaggio, per sé e per tutti i componenti del suo equipaggio, esonera espressamente l'organizzatore e l’associazione da ogni responsabilità in caso di incidenti, danni e furti che si dovessero eventualmente verificare durante lo svolgimento del raduno.

 

26.02.2016

 

 
 
 

 

 

I nostri eventi

Nessuna evento nel calendario

Sfoglia i mesi, passa col mouse sui giorni

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
JSN Force template designed by JoomlaShine.com