marostica

Dal 12 al 14 o 19 luglio
L’incontro organizzato per il fine settimana del 12/14 luglio, proseguendo per chi lo desidera fino al 19, abbinando camper e moto per una mobilità e libertà di spostamento, ha uno scenario incentrato sulla Pedemontana e montagna Vicentina, compresa tra il fiume Brenta e il torrente Astico.
Centro di riferimento per le varie visite sarà Colceresa, nuovo comune nato dall’unificazione dei Comuni di Mason e Molvena, nei pressi di Marostica, con sosta in località Villa di Colceresa, sulle prime colline ai piedi dell’Altopiano di Asiago, luoghi rinomati per i numerosi itinerari, per la “strada delle ciliegie”, del vino e dei marroni con suggestivi percorsi su strade poco trafficate, autentiche finestre aperte sulla pianura fino ad intravedere la Laguna di Venezia.

Principale centro all’imboccatura della Valle del Brenta e secondo per importanza della provincia di Vicenza, Bassano del Grappa ha come simbolo il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini. Qui inizia la Valsugana e, ad est, il Monte Grappa, teatro di episodi cruciali della prima guerra mondiale; ad ovest si sale verso l'Altopiano dei Sette Comuni, conosciuto anche come Altopiano di Asiago, una delle località turistiche montane più eleganti, con una natura incontaminata e pregevoli bellezze naturalistiche e luoghi di notevole interesse storico.
La percorrenza della Valle del Brenta verso nord porta alle Grotte di Oliero (Valstagna), imponente sistema di risorgive carsiche, e al Covolo di Butiston, un'antica fortificazione militare che aveva il compito di sbarrare il Canale del Brenta tra Primolano e Cismon del Grappa, con funzione di dogana.
Tra Bassano del Grappa e Villa di Colceresa sorge Marostica, città murata e nota in tutto il mondo per la “Partita a scacchi”, evento che si svolge negli anni pari e rievoca una “storica” partita svoltasi nel 1454, tra due cavalieri, per ottenere la mano di Lionora, figlia del podestà.
Ad ovest si estendono “Le Bregonze”, fascia collinare delimitata grossomodo dalla Valle dell’Astico e caratterizzata anch’essa da percorsi panoramici e da siti d’interesse storico-culturale: ville palladiane Piovene-Godi e Godi Valmarana Malinverni a Lugo Vicentino, con il museo dei fossili e il parco.
Da non trascurare e da visitare le numerose attività artigianali, che caratterizzano i luoghi oggetto dell’itinerario tra la pianura e le colline, come le ceramiche a Nove e Bassano, la lavorazione del vetro a San Giorgio di Fara, i vecchi laboratori della lavorazione dei metalli a Breganze.
Infine, dopo le varie visite culturali, si potrà dedicare parte del tempo all’arte culinaria, assaggiando i prodotti caratteristici dei luoghi oggetto di visita, vuoi con soste in posti caratteristici, o in agriturismi e negozi specializzati.

I nostri eventi

JSN Force is designed by JoomlaShine.com