Agli Amici del "Progetto Armenia"

redemptoris materLa nostra comunanza con l'Armenia risale ad un viaggio di tanti anni fa, precisamente nel 2006, quando in una landa assolata e polverosa ai confini con l'Azerbaijan, dove si trova il complesso monastico ortodosso georgiano di David Gareja, conoscemmo in modo del tutto casuale Valentina che, saputo delle nostre attività umanitarie, ci diede appuntamento per qualche giorno dopo ad Ashotsk. Lì ci accompagnò a far visita all'ospedale Redemptoris Mater, che sorge su una piana a 2.000 metri d'altitudine, con +40 gradi d'estate -40 gradi d'inverno.
L'ospedale è stato costruito per volontà di Papa Giovanni Paolo II e donato al popolo armeno all'indomani del terremoto che nel dicembre 1988 ha causato 25.000 morti. La gestione di questa struttura è stata affidata, sin dagli inizi, ai Padri Camilliani e, in particolare a Padre Mario Cuccarollo.

Da quel viaggio l'ospedale è diventato una delle finalità della nostra associazione e gli forniamo costantemente medicinali. Abbiamo anche costituito un gemellaggio che consente di mantenere aperto l'ambulatorio di Pokr Sariar, uno dei 22 dislocati nei dintorni e che costituiscono un sistema sanitario collegato all'ospedale.
Pubblichiamo qui la lettera che Padre Mario ci ha inviato lo scorso Natale e nella quale, oltre a fare gli auguri a tutti gli amici, rappresenta l’attuale situazione.

ARANCE DI NATALE O.N.L.U.S.   Via Torrossa, 111/2 - 36043 Camisano Vicentino (VI)   Codice Fiscale 95095880241
Associazione di Promozione Sociale iscritta al n. PS/VI0208 del Registro Regionale del Veneto
Copyright © 2003-2020 - 
Tutti i diritti sono riservati.

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla templates by L.THEME

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione. Se accetti la loro memorizzazione migliori la tua esperienza.